8 trucchi per pulire qualsiasi tipo di pavimento

8 trucchi per pulire qualsiasi tipo di pavimento senza sudare

Pulizia pavimenti in laminato
Pulizia di un pavimento in sughero
Pulizia di un pavimento in legno
Pulizia di pavimenti in bambù
Pulizia di un pavimento in linoleum
Pulizia di un pavimento in vinile
Pulizia di pavimenti in pietra naturale
Pulizia pavimenti in piastrelle di porcellana

Non romperti le ginocchia per strofinare le spazzole il pavimento di casa. Sia che il tuo pavimento sia in laminato o in piastrelle, linoleum o sughero, abbiamo i modi più semplici e sicuri per mantenerli sempre puliti e nuovi.

Pulizia pavimenti in laminato

Il tuo laminato può assomigliare a assi di legno duro o piastrelle di pietra naturale, ma devi comunque averne cura come laminato. La buona notizia: pochissime cose danneggeranno un pavimento laminato, afferma Bill Dearing, presidente della North American Laminate Flooring Association. Dopo tutto, le doghe sono costruite in strati resistenti al sole e alla luce per mantenere un aspetto come nuovo per anni. Detto questo, è importante che l’acqua non rimanga sotto le assi. Dearing raccomanda di lavare a secco o passare l’aspirapolvere sul pavimento, assicurandosi che la macchina sia in modalità piastrelle (al contrario del tappeto), in modo che la barra del battitore sia sollevata. Pulisci il punto con un mop leggermente umido (o uno Swiffer bagnato, poiché non sono bagnati fradici) quando necessario. L’ultimo consiglio di Dearing: non lucidare mai un pavimento laminato. Se la finitura di una tavola sembra danneggiata, è meglio sostituirla.

Pulizia di un pavimento in sughero

La stessa qualità che rende questo materiale naturale così bello – la sua porosità – lo rende molto suscettibile ai danni causati dall’acqua. Poiché è così assorbente, la maggior parte dei pavimenti in sughero è sigillata, ma è comunque necessario procedere con cautela. “Aspirare spesso per evitare graffi, asciugare immediatamente le fuoriuscite e lavare i pavimenti in sughero una volta alla settimana”, afferma Leslie Reichert, la Green Cleaning Coach. Reichert suggerisce di saltare i prodotti per la pulizia commerciale a favore di una soluzione di aceto e acqua saponata: mettete 1/4 di aceto in un flacone spray con 1 goccia di detersivo per piatti e acqua tiepida. Aceto naturalmente acido lavora con il sapone per abbattere lo sporco, tagliare l’accumulo e disinfettare. Non scuotere la soluzione (che creerebbe schiuma), basta combinare delicatamente gli ingredienti in una bottiglia spray facendola oscillare avanti e indietro. Spruzzare il pavimento una sezione alla volta e pulire con un panno in microfibra umido mentre si procede.

Pulizia di un pavimento in legno

I pavimenti in legno massiccio hanno in genere una delle due finiture: poliuretano o cera. Non sei sicuro di cosa stai parlando? Sfrega il dito sulla superficie, dice Meg Roberts, presidente di Molly Maid. Se appare una macchia, il pavimento è probabilmente cerato.

I pavimenti in legno sigillato hanno tipicamente un rivestimento in uretano, poliuretano o poliacrilico. Questo li protegge da macchie e danni causati dall’acqua, afferma Roberts. Per pulire, mescolare semplicemente ¼ di tazza di sapone neutro o pH neutro (provare il concentrato detergente naturale per tutti gli usi di Seventh Generation) con acqua in un secchio. (Evita le soluzioni acide di aceto, che possono smussare i pavimenti di legno nel tempo.) Quindi mop-umido (assicurati che il mop sia ben strizzato), usando un panno asciutto in microfibra per asciugare l’umidità in eccesso. Pulisci le aree ad alto traffico come la cucina una volta alla settimana; per le aree meno trafficate, mop una volta al mese.

Se hai dei pavimenti in legno cerato, sei fuori dai guai. Poiché questo tipo di pavimentazione può essere danneggiato anche da piccole quantità d’acqua, tenere i mop umidi lontani da questa superficie, e invece spazzare, asciugare o asciugare regolarmente.

Pulizia di pavimenti in bambù

Il bambù è sostenibile, bello e, in alcuni casi, più morbido e più incline a graffi e scalfitture rispetto ai pavimenti in legno. A meno che non abbiate pavimentazione in bambù a trefoli – il tipo più duro e durevole disponibile – siate più vigili riguardo a spazzare regolarmente sporco e detriti. “Soprattutto con le spese del bambù, dovrebbe essere usata un’attenzione particolare”, afferma Roberts, che usa una pallina da tennis per tamponare delicatamente i segni. Usa la stessa soluzione detergente su bambù come su legno duro: mescola ¼ di tazza di sapone neutro o pH neutro in un secchio d’acqua. Passare sul pavimento con un panno umido appena umido, asciugando l’umidità in eccesso con un panno asciutto in microfibra.

Pulizia di un pavimento in linoleum

Non parliamo di pavimenti in vinile quasi indistruttibili (vedi la prossima sezione per suggerimenti su come pulire quella superficie). Il vero linoleum è costituito da olio di lino, resina, calcare, fibra di legno e polvere di sughero e colorato con pigmenti minerali. Trattare questo pavimento resiliente e naturale come si farebbe per tappare, consiglia Reichert: mescolare una bomboletta spray di poche gocce di detersivo per piatti e acqua calda, quindi spritz una sezione del pavimento alla volta e asciugare con un panno in microfibra umido. Il pavimento dovrebbe asciugare all’aria quasi immediatamente, ma se si sente leggermente appiccicoso al tatto basta passarlo con un altro mop in microfibra pulito o umido.

Pulizia di un pavimento in vinile

Per la pulizia settimanale, utilizzare la tecnica dello spritz-and-mop di Reichert per mantenere freschi i pavimenti delle piastrelle: mescolare delicatamente 1/4 di tazza di aceto in un flacone spray da 16 once con 1 goccia di detersivo per piatti e acqua calda. Spruzzare il pavimento una sezione alla volta e pulire con un panno in microfibra umido mentre si procede. Per le pulizie periodiche e profonde, le piace usare un pulitore a vapore per pulire sia le mattonelle che le fughe – il vapore fa il lavoro di rimuovere le macchie (e batteri!), Così non ti senti come se avessi un allenamento extra proprio nella tua cucina.

Pulizia di pavimenti in pietra naturale

Qualunque cosa tu faccia, lascia l’aceto nella dispensa, avverte Kris Koenig, CEO della società di pulizia eco-compatibile Natura Clean, a Middleton, Wiss. Anche una piccola quantità del liquido acido potrebbe danneggiare i pavimenti in pietra, come la candeggina e l’ammoniaca. Invece, pulire i pavimenti in pietra sigillati con un detergente neutro a pH neutro che non reagisce negativamente ai minerali delle superfici naturali. Il preferito di Koenig è Naturally It’s Clean Floors.

Se le tue lastre di pietra non sono sigillate, dice Reichert, basta strofinarle con una scopa in microfibra e acqua calda; i prodotti chimici penetrerebbero nella pietra. Per lo sporco ostinato, utilizzare un pulitore a vapore.

Pulizia pavimenti in piastrelle di porcellana

Per la pulizia settimanale, utilizzare la tecnica dello spritz-and-mop di Reichert per mantenere freschi i pavimenti delle piastrelle: mescolare delicatamente 1/4 di tazza di aceto in un flacone spray da 16 once con 1 goccia di detersivo per piatti e acqua calda. Spruzzare il pavimento una sezione alla volta e pulire con un panno in microfibra umido mentre si procede. Per le pulizie periodiche a fondo, le piace usare un pulitore a vapore per pulire sia le mattonelle che le fughe – il vapore si occupa di rimuovere le macchie (e batteri!), Quindi non ti sembra di avere un allenamento extra proprio lì la tua cucina